Art - ambiente risorse territorio

I Nostri Lavori

Caso Studio

Mappa Interattiva

  • Tutte le categorie
  • Tutte le sottocategorie
  • Tutti i luoghi
  • Tutti i clienti
mappa elenco
+{{ project.Pictures.length-2 }}

1998 - 1999 in corso

Bacino del Po

Il PAI del Po (circa 70.000 km²), condotto con il ruolo di supporto tecnico all’Autorità di bacino, considera un sistema territoriale complesso, sia in ordine alla dimensione sia in relazione ai diversi fenomeni di dissesto che richiedono azioni di governo. Alcuni elementi rappresentativi: 39.100 km di reticolo idrografico considerato; 2.290 km di argini continui; 16.750 km di rete dei canali di bonifica e irrigazione. E’ articolato nei seguenti punti: (i) le conoscenze: caratteristiche territoriali e socioeconomiche, aspetti idrologici, dissesti gravitativi, opere di difesa, fattori ecologici ambientali; l’elaborazione dei dati relativi al dissesto e ai fattori antropici ha permesso di valutare il livello di rischio idraulico e idrogeologico; (ii) le criticità: sono stati identificati i punti di criticità, in relazione soprattutto alle dimensioni e alla densità degli insediamenti e delle attività antropiche potenzialmente soggette; (iii) il quadro degli obiettivi: livello di sicurezza adeguato per centri abitati, infrastrutture e attività produttive; recupero di funzionalità dei sistemi naturali; condizioni di uso del suolo compatibili con le caratteristiche dei sistemi idrografici e l’assetto dei versanti; (iv) le misure non strutturali: fasce fluviali; aree a pericolosità geomorfologica; regolamentazione dell’uso del suolo; manutenzione programmata; coordinamento con la protezione civile; (v) le misure strutturali: opere di difesa, recupero funzionale delle aree fluviali; mantenimento delle aree di espansione naturale; riforestazione e miglioramento dell’uso agricolo del suolo; (vi) gli strumenti: normativa, piano finanziario e programma di attuazione degli interventi; la normativa definisce in particolare le modalità di attuazione del PAI in ordine agli interventi, agli strumenti di pianificazione urbanistica, alla compatibilità delle strutture interferenti con i dissesti, alla gestione agricola e forestale del territorio.
+{{ project.Pictures.length-4 }}

Committente

Periodo

- in corso

{{ item.Name }}

  • loading...

  • loading...